3 Ago '16

marinagalatioto

Marina Galatioto, scrittrice e blogger, giornalista e sceneggiatrice scrive per molte riviste di narrativa femminile, collabora con alcuni settimanali e scrive su moltissimi blog online. Si occupa di social media e marketing per aziende e sta organizzando alcuni corsi di scrittura online e per farsi conoscere.

1 Shares

Tsu, il Social viene oscurato: ecco come ti pagherà

tsu chiude oscurato

Oggi all’apertura di Tsu non si vedeva niente se non una lunga comunicazione del suo CEO e co-fondatore Sebastian Arthur Sobczak. Il Social è stato oscurato.

Tsu era quel Social Network che nel giro di poco tempo era salito alla ribalta per la sua filosofia di pagare gli utenti per i contenuti.

C’è chi ha fatto soldi pubblicando immagini sue o non sue, creando una fitta rete di “figli” che a loro volta creavano dei contatti a catena. Per chi ha saputo sfruttarlo è stato veramente una risorsa.

Molte associazioni caritatevoli soprattutto americane lo utilizzavano per raccogliere fondi.

Tutto sembrava andare alla perfezione, poi la chiusura. Anche io avevo il mio bel profilo attivo su Tsu, dal quale interagivo con gli amici.

Il messaggio del fondatore di Tsu

Ora Sebastian lo oscura. Ringrazia chi ha partecipato progetto, sostiene che è stata una prova, il lancio di un’idea. Se ne vuoi sapere di più puoi contattarlo, lo trovi su tutti gli altri social.

E per chi è preoccupato per i propri guadagni… se hai raggiunto il pay-out nessun problema. Tutto ciò che hai guadagnato ti verrà pagato. Lo stesso se hai vinto qualche concorso.

Per chi invece non ha raggiunto il pay-out, che non ricordo se fosse 20 dollari, tutto è perduto. Significa che se mettiamo insieme tutte le persone che si erano iscritte e speravano in un guadagno, tutti quei conti con qualche dollaro e tanta fatica, beh… credo che qualcosa rimanga!

Peccato. L’idea era davvero bella e crescendo tutti insieme il guadagno avrebbe potuto esserci per tutti.

Ora, per rassicurarvi, se volete scaricare i vostri contenuti potrete farlo entro il 31 agosto. Sulla pagina di Tsu verrà posto un tasto che vi consentirà di farlo, così come di incassare il denaro che avete guadagnato.

Per gli altri non c’è speranza.

La sorte di Tsu non è nota, ma chissà che non sia stato comprato da qualche altro “social network” visto che un po’ impensieriva i colossi.

Non si mai nella vita, tutto può succedere. È certo che se Sebastian ha venduto non l’ha fatto per quattro soldi e, personalmente, non credo abbia deciso di chiudere così, tanto per fare. Penso che Tsu avrà un’evoluzione.

Sì, perchè non si costruisce qualcosa per poi gettarla alle ortiche, se mai si vende.

Tu che ne pensi?

Avevi un profilo su Tsu?

Personalmente suggerisco di aspettare e vedere. Come prima cosa credo che a giorni almeno si vedranno i profili, poi magari subentrerà qualcuno. Ad ogni modo scaricate i vostri contenuti, non si sa mai.

Segui gli articoli del blog su Facebook,TwitterPinterestTumblrInstagramGoogle+ sulle mie pagine o quelle di MondoBlogger  o ComeScrivere.

About marinagalatioto

Marina Galatioto, scrittrice e blogger, giornalista e sceneggiatrice scrive per molte riviste di narrativa femminile, collabora con alcuni settimanali e scrive su moltissimi blog online. Si occupa di social media e marketing per aziende e sta organizzando alcuni corsi di scrittura online e per farsi conoscere.

Related Posts

Lascia un commento