12 Set '13

marinagalatioto

Marina Galatioto, scrittrice e blogger, giornalista e sceneggiatrice scrive per molte riviste di narrativa femminile, collabora con alcuni settimanali e scrive su moltissimi blog online. Si occupa di social media e marketing per aziende e sta organizzando alcuni corsi di scrittura online e per farsi conoscere.

0 Shares

Contratto Ghost Writer, come cosa e quando

ghost writer, contratto

ghost writer, contratto

Contratto Ghost Writer, vediamo insieme cosa significa. Innanzitutto, come ho già scritto in precedenti articoli il ghost writer è quello scrittore che rimane nell’ombra e presta la sua penna ad altri. Per tutelare se stesso, ma anche chi commissiona il lavoro, in casi particolari viene sottoscritto un contratto particolare.

Cosa vuol dire?

Parliamo di riviste femminili e non. Il ghost writer può fornire racconti, romanzi, articoli, inchieste, interviste, che escono con il nome di qualcun altro o addirittura senza nome, come fossero stati scritti dalla redazione stessa del giornale. Questo è abbastanza usuale. In molti blog accade proprio così. Ho delle amiche blogger come me che per molti anni hanno preparato articoli molto apprezzati dal pubblico, ma senza il loro nome.

Tutti dobbiamo lavorare, ma questo è a discapito dell’autore perchè non avendo nulla da “mostrare” come referenza non ha neanche un gran curriculum. Perchè? Potete leggerlo nel contratto che pubblicherò a breve. Il ghost writer, per contratto, si impegna alla riservatezza.

Significa che non dovrà mai dire di aver fatto quel lavoro su commissione. Il ghost writer è una figura importantissima, in grado di produrre i testi più disparati: dalle canzoni, alle poesia, dai discorsi per i politici e gli opinion leader agli articoli sui giornali, agli editoriali, ai post nei blog, alle recensioni e lettere d’amore!

È un campo vastissimo e, i più bravi, vengono pagati molto bene. In America si raggiungono i 20.000/30.000 dollari l’anno senza troppe difficoltà e considerate la comodità del lavoro!

In Italia un bravo ghost writer ha molte prospettive deve solo trovare i giusti canali per farsi conoscere e proporsi. Naturalmente ci vuole un po’ di quella che si chiama “gavetta”, magari qualcuno ha la fortuna di partire subito con il piede giusto!

Per un normale comunicato stampa si possono prendere cento euro, ma anche molti di più se si correda di fotografie e/o filmati. Insomma è un mondo. La professionalità è ciò che viene premiato e questa si guadagna con la pratica e la fiducia in se stessi.

Nel prossimo articolo una bozza di contratto per ghost writing.

Spero di esservi stata utile!

buon lavoro!

marina

 

photo credits | rightcopywriter

About marinagalatioto

Marina Galatioto, scrittrice e blogger, giornalista e sceneggiatrice scrive per molte riviste di narrativa femminile, collabora con alcuni settimanali e scrive su moltissimi blog online. Si occupa di social media e marketing per aziende e sta organizzando alcuni corsi di scrittura online e per farsi conoscere.

Related Posts

Lascia un commento