31 Mag '12
1 Shares

La Baby Sitter dei Mostri, Un Gattostro Combinaguai – 1a parte

La baby sitter dei mostri

La baby sitter dei mostri

Ecco un racconto della serie “La baby sitter dei Mostri” pubblicato sulla rivista Bulli e Pupe. La puntata in cui Bianca Stella si ritrova ad avere un Gattostro, cioè un gatto mostro, come animale domestico.

” … Bianca Stella era di nuovo in ritardo, cioè lo sarebbe stata se il tempo nei due mondi in cui viveva fosse stato lo stesso. Uscì dalla stele di corsa, talmente presa dai suoi pensieri da non accorgersi che qualcuno, o meglio qualcosa, l’aveva seguita.

Con la borsa della piscina in spalla si allontanò dal passaggio segreto per raggiungere le sue amiche che l’attendevano. Era una bellissima giornata, si sarebbero divertite a prendere il sole e a nuotare nella piscina comunale.

Certo in quel momento non sospettava nemmeno quanto si sarebbe divertita! Camminò fino a raggiungere le sue amiche, Emma e Chiara. La stavano già aspettando sedute sulla solita panchina del parco pubblico.

Bianca Stella percepì uno strano rumore alle sue spalle e si girò per controllare. Non si poteva mai dire cosa potesse arrivare da Mostropoli! Non vide niente e si rilassò.

– Ciao Stella! Andiamo? – esclamò Emma sorridendole felice.

– Certo! Sono prontissima. Voglio fare bagni di sole! Magari la mia pelle si arrossirà un po’.

Era così bianca! Il pensiero le corse al Principe ed ebbe un brivido. Possibile che dovesse proprio piacerle? Da quando aveva un debole per i cattivi ragazzi? Scosse il capo sospirando.

– Qualche problema? – le domandò Chiara.

– No, no, vogliamo andare?

La piscina non era lontana dal parco. Ci arrivarono in pochi minuti, pagarono il biglietto ed entrarono. Scelsero un angolo libero vicino ai cespugli in modo da avere anche un po’ d’ombra in caso di necessità. Sistemarono gli asciugamani sul prato chiacchierando e ridendo felici. La scuola era finita da più di una settimana e loro avevano finalmente tempo per stare insieme e divertirsi senza l’incubo delle interrogazioni e dei compiti. Di quelli per le vacanze se ne sarebbero occupate più avanti, quando il ricordo delle giornate di scuola fosse stato moooolto più sbiadito.

Bianca Stella si stava spalmando la crema solare sulle braccia mentre le sue amiche parlavano di ragazzi quando con la coda dell’occhio vide un movimento tra i cespugli, vicino alla sua borsa. guardò meglio ed emise un gridolino”.

continua …

illustrazione di Kiara Balleello

About Marina

Related Posts

Lascia un commento